Flash news

Decima Divisione di Cavalleria ‘Lupi’ – Un nuovo inizio

img
Nov
11

Con l’inizio del nuovo anno di attività la Decima Divisione di Cavalleria ‘Lupi’ è andata incontro ad importanti mutamenti nel suo organigramma. Il colonnello White, co-fondatore del reggimento, ha deciso di dare le dimissioni per motivi personali, pertanto il comando del reggimento è passato nelle mani del maggiore Vecius. Per quanto riguarda gli altri ufficiali, anche qui ci sono state novità. Il tenente Novar ha dato le dimissioni divenendo Guardia d’Onore, mentre il sergente Gravoid è stato degradato a caporale. Il nuovo tenente è Piccolomini, già caporale e guardia d’onore, mentre il cavaliere Frank è stato promosso a sergente. Oltre le promozioni, nuove reclute sono entrate a dare nuova linfa al reggimento, mentre altri membri meno attivi hanno abbandonato.

E’ con questi cambiamenti ed in un clima di ritrovato entusiasmo, che la Decima Divisione ha affrontato i primi due mesi di servizio del 2014/15. Numerose Line battle sono state organizzate contro altri reggimenti, alcuni molto famosi e stimati – a buona ragione, dato il loro valore sul campo – come il 1erCC di Deamonette (sconfitta con onore per 8-2), l’8e di Rival e Lubukill (vittoria di prestigio per 8-7) e il 2Lhr di Cooper e Cato (sconfitta per 8-2, anche se con diverse pesanti assenze da parte nostra). Altri reggimenti minori, come i francesi del 3e e 5e Ussari nonché gli Husares de Cantabria e Dragones de Piamonte sono stati ​invece facilmente sbaragliati. Che in queste battaglie siano stati “nella polvere o sull’altar”, i Lupi hanno di sicuro guadagnato preziosa esperienza e un maggiore affiatamento reciproco.

In conclusione, considerando la difficile situazione dello scorso Maggio e Giugno, quando le ultime Line si erano concluse con prestazioni poco dignitose per un reggimento come la Decima, i Lupi hanno iniziato il nuovo anno con maggiore sicurezza e fiducia in se stessi e i risultati non si sono fatti attendere. Sicuramente c’è ancora molto da migliorare prima che il Reggimento possa competere alla pari con i reggimenti storici della comunità di Napoleonic Wars come il 7e ussari francese, il 15th Hussars inglese o la cavalleria mitteleuropea della K-KA. Tuttavia, con un discreto numero di assai valenti veterani e con reclute in tangibile miglioramento, le prospettive per il futuro sembrano se non rosee, quanto meno buone. Ed è sotto questi buoni auspuci che la Xa si appresta ad affrontare le sfide sempre nuove e impreviste che Napoleonic Wars tiene in serbo per noi.

You must be logged in to post a comment.

Vai alla barra degli strumenti