Flash news

Cavalry Nations Cup 2015

img
Feb
13
 

Cosi come l’anno scorso, anche quest’anno si terrà la prestigiosa Cavalry Nation Cup, un torneo di cavalleria fra le nazioni d’Europa. Il formato del torneo vi ricorderà sicuramente quello conosciutissimo dei Mondiali di calcio: una fase a gironi seguita da una fase ad eliminazione diretta. Dato che però la nazioni qui presenti sono molte meno, sono presenti solo 2 gironi (da quattro e cinque squadre) seguiti da semifinali e finale. L’anno scorso avevano partecipato Regno Unito, Francia, Belgio, Olanda, Germania, Polonia, Scandinavia, Italia, Spagna e Nord America. L’Italia era finita nel secondo girone con Polonia, Germania, Scandinavia e Belgio. Dopo aver facilmente battuto Belgio e Scandinavia e perso 8-2 contro la Polonia che poi sarebbe andata a vincere il torneo, l’Italia non riuscì dare il massimo nella partita decisiva finale contro la Germania, venendo battuta 8-3. Terzo posto quindi che non sfigura dal punto di vista del prestigio, ma che la eliminò dal torneo.

L’edizione di quest’anno invece presenta interessanti novità: sono infatti state permesse delle coalizioni di stati al fine di permettere a nazioni con meno giocatori di essere competitive e di poter partecipare. Nonostante i buoni propositi degli organizzatori, questa regola è andata ad avvantaggiare nazioni come la Germania che, benché già forti di suo, si è unita a Svizzera ed Austria, potendo così attingere dalle loro riserve di cavalieri. Un’altra coalizione che ha tratto sicuramente vantaggio è quella del Benelux, comprendente appunto Belgio, Olanda e Lussemburgo.

Le nazioni che partecipano all’edizione attuale sono Italia, Polonia, Benelux, Scandinavia, Turchia, Francia, Germania, Spagna, e Regno Unito. Il primo girone comprende le favorite del torneo: Regno Unito, Francia, Germania e Polonia. Il secondo girone è invece da cinque squadre, con Italia, Turchia, Spagna, Benelux e Scandinavia. Il proposito degli organizzatori è quello di offrire ad ogni squadra eguali possibilità di raggiungere le semifinali (da cui i gironi molto bilanciati) nonché di garantire scontri molto equilibrati e divertenti per gli spettatori.

Il team italiano nel corso dell’anno ha guadagnato sicuramente più esperienza e abilità, tuttavia ha dovuto far ricorso a più’ membri esterni al reggimento rispetto allo scorso anno, perdendo quindi un po’ di affiatamento. Da notare inoltre la presenza di tre svizzeri nel team italiano, che parlando italiano, sono stati ammessi nel team per rafforzare la causa dello Stivale. Solo il tempo ci potrà dire se gli italiani riusciranno a fare quadrato intorno alla Nazionale oppure questo gruppo si rivelerà una accozzaglia di giocatori capaci ma non uniti. I primi due test, l’amichevole contro la Francia (8-4 per i francesi) e con lo UK (8-6 per gli inglesi) hanno dato segnali positivi di miglioramento, mostrando come il divario tecnico si sia ridotto a favore dell’Italia rispetto lo scorso anno. Evitando cali di concentrazione e banali errori, la formazione Italiana può aspirare a battere formazioni del calibro della squadra transalpina.

La Decima, parteciperà nel team italiano schierando Piccolomini, Frank, Mr.White, Nohya, PigCesar, Soult, Vecchio Jenky, MilitarySea, Centa, Morza, Wildkeeper, Andrea.

Rimanete sintonizzate per seguire l’andamento del team italiano!

You must be logged in to post a comment.

Vai alla barra degli strumenti